Concorsi e opportunità di lavoro in Assemblea legislativa




Modalità delle assunzioni in Regione

Le assunzioni presso l’Amministrazione Regionale, ai sensi degli articoli 15 e 22 della L.R. 43/2001, sono effettuate con le seguenti modalità:

  • avviamento a selezione degli iscritti nell’elenco anagrafico tenuto presso i Centri per l’Impiego provinciali:
    per le assunzioni a tempo indeterminato e determinato nelle categorie per le quali non è richiesto un titolo di studio superiore a quello della scuola dell’obbligo
  • procedure selettive pubbliche:
    per le assunzioni a tempo indeterminato nelle categorie per le quali è richiesto un titolo di studio superiore a quello della scuola dell’obbligo
  • graduatorie specifiche formate a seguito di appositi avvisi, oppure utilizzando le graduatorie finali dei concorsi pubblici:
    per le assunzioni di personale a tempo determinato, diplomato e laureato.
  • mobilità da altri Enti pubblici

Le norme generali sull'accesso al ruolo regionale mediante procedure selettive sono contenute nel Regolamento Regionale n. 3 del 2015 "Regolamento in materia di accesso all'impiego regionale" pubblicato sul BURERT n. 278 del 02/11/2015 (per approfondire, consultare la pagina "assunzioni in Regione").

Le norme sulle procedure di mobilità da altri Enti, disposte nel rispetto di quanto previsto dall’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001, sono contenute nella Determinazione 3524 del 2011, Determinazione 592 del 2014 per l’Assemblea legislativa e nella Determinazione 17031 del 2011.

L’affidamento di incarichi professionali con contratti di lavoro autonomo, ai sensi dell’art. 7 commi 6 e ss. D.lgs. n. 165/2001 e dell’art. 12 L.r. n. 43/2001, è disciplinato in dettaglio nella Direttiva approvata con Delibera di giunta 421/2017.
Sono previste tre tipologie di contratto di lavoro autonomo:

  • contratti di prestazioni d’opera intellettuale di natura professionale
  • collaborazioni coordinate e continuative (co.co.co)
  • contratti di prestazione d’opera intellettuale di natura occasionale.

L’incarico può essere conferito mediante procedure comparative o con una procedura semplificata, che si avvale di appositi elenchi predisposti dalla Regione.

Le comunicazioni ufficiali relative alle procedure selettive pubbliche della Regione Emilia-Romagna sono disponibili sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi ai numeri telefonici indicati nei singoli bandi. 

Nel seguito sono elencate le procedure attive o recentemente concluse. Lo stato delle singole procedure è così descritto:

  • Procedura aperta:i termini di presentazione della domanda non sono scaduti
  • Procedura in corso: i termini di presentazione della domanda sono scaduti ed il procedimento si sta svolgendo
  • Procedura conclusa: il procedimento si è concluso con l’approvazione della graduatoria.

Per ogni procedura sono indicate le scadenze rilevanti e i documenti significativi.

Le informazioni sono mantenute visibili per tre anni dalla conclusione della procedura.